L’Ente Parco alla presentazione delle attività 2017 del CAI sezione Aspromonte

In cammino da 85 anni con orgoglio. L’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte ha partecipato con il Direttore Sergio Tralongo e il componente del Consiglio Direttivo, Antonino Falcomatà, alla presentazione del programma escursionistico 2017 del Cai sezione Aspromonte.

Dodici mesi di “montagna” vissuta nello spirito CAI, con escursioni che regalano le emozioni di ogni angolo dell’Aspromonte: il tema della serata è stato dedicato allo scomparso socio Riccardo Virdia, allora vice-presidente della sezione, che il 29 gennaio del 1967 periva a Gambarie d’Aspromonte nel generoso tentativo di soccorrere alcuni sciatori finiti fuori pista a causa del manto nevoso ghiacciato. La sezione lo ricorda sempre e quest’anno in particolare per la ricorrenza del 50° anniversario dalla morte e per l’85° anniversario di fondazione della sezione Aspromonte.

Il Presidente del CAI Sezione Aspromonte, Giuseppe Romeo, ha sottolineato l’ottimo rapporto con il Parco Nazionale Aspromonte che, con l’iniziativa Adozione Sentieri, ha affidato alle associazioni una ventina di sentieri per la “custodia” intesa nel significato più ampio della parola: manutenzione leggera, tracciatura segnaletica orizzontale e sistemazione di quella verticale ove già esistente, segnalazione criticità, monitoraggio continuo, rilevamento tracce con GPS, frequentazione assidua dei sentieri affidati, assistenza a livello informativo di eventuali escursionisti che si incontrano sui sentieri.

All’evento erano presenti numerose associazioni e i rappresentanti del Soccorso Alpino Italiano il cui prezioso impegno sul territorio – attuato in piena sintonia e stretta collaborazione con l’Ente Parco – permette agli appassionati di vivere la montagna in condizioni di sicurezza.