Consegnata al Parco Nazionale dell’Aspromonte la Carta Europea del Turismo Sostenibile

Si è svolta il 7 dicembre a Bruxelles, presso il Parlamento Europeo, la Cerimonia di consegna della Carta Europea del Turismo Sostenibile al Parco Nazionale dell’Aspromonte. La certificazione, rilasciata da EUROPARC Federation, col supporto delle sezioni nazionali della federazione tra cui Federparchi-Italia, attesta l’avvenuto percorso di crescita del territorio dell’Area Protetta nell’ambito del turismo sostenibile. La CETS, oltre a certificare i progressi compiuti nella filiera del turismo naturalistico, culturale ed enogastronomico del Parco Nazionale dell’Aspromonte, rappresenta un importante strumento metodologico per salvaguardare e valorizzare i caratteri distintivi, naturali e culturali, e sostenere la continuità di un processo di sviluppo desiderabile basato sui principi dell’economia ecologica e della conservazione della natura e su modelli di qualità della vita superiori.

  “Siamo orgogliosi di questo risultato – ha dichiarato il Presidente Giuseppe Bombino – che premia gli sforzi compiuti dalle Donne e dagli Uomini che quotidianamente operano nel Parco Nazionale dell’Aspromonte.  La Carta rappresenta il naturale riconoscimento alle idee e all’impegno della Gente d’Aspromonte che ha creduto in noi ed ha saputo ritrovare, intorno alla bellezza della natura e della montagna, il motivo per creare nuove opportunità di impresa e di occupazione. Il Parco Nazionale dell’Aspromonte interpreta i segni del tempo che suggeriscono come siano proprio le Aree Protette i principali agenti di sviluppo per le aree interne e per i borghi montani. Grazie alla CETS rafforziamo il ruolo di coordinamento di attori pubblici e privati locali e, al contempo, ci proiettiamo verso una rilevante ed inedita posizione nello spazio mediterraneo ed europeo”.