Parco Aspromonte, presentato il programma “Park Bus 2018”

Dal Mare alla Montagna a bordo degli eco-pulmini del Parco dell’Aspromonte, accompagnati dalla professionalità e dalla conoscenza delle Guide Ufficiali.  Presentata questa mattina l’edizione 2018 del Parkbus Aspromonte, iniziativa ormai diventata un “classico” della stagione estiva: grazie all’impegno dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, in collaborazione con l’Associazione delle Guide Ufficiali del Parco e il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, fino al 15 settembre sono previste escursioni mozzafiato nei luoghi più affascinanti del Parco dell’Aspromonte. I percorsi valorizzano il “Geoparco Aspromonte”, ma anche la forte identità culturale, naturalistica e tradizionale della montagna reggina: si parte il 4 agosto con le “Stelle greche: notturna a Gallicianò e Roccaforte”; poi il 6 Monte Tre Pizzi e Gerace; l’8 Bova – Rocca del Drako e Caldaie del latte; l’11 “Antichi alberi, antiche vie: monte Perre e Precacore”; il 13 Gambarie – cascate Maesano – Montalto; il 16 “La valle delle grandi pietre: Pietra Cappa”; il 18 “Cammino della fede: Santuario Madonna di Polsi”; il 20 Monte Tre Pizzi – Gerace”; il 22 Bova – Rocca del Drako e Caldaie del latte; il 24 “Il sapere delle mani: San Giorgio Morgeto”; il 27 Gambarie – cascate Maesano – Montalto e il 29 monte Tre Pizzi – Gerace.

Per settembre si inzia il primo del mese con “Valli preistoriche: cascate Mundu e Galasia”; il 3 Bova – Rocca del Drako e Caldaie del Latte; il 5 Gambarie – cascate Maesano – Montalto; l’8 birdwatching sui piani d’Aspromonte; il 10 Monte Tre Pizzi – Gerace, il 12 Bova – Rocca del Drako e Caldaie del Latte e il 15 “Tramonto sullo Stretto: notturna a Gambarie”.

E’ possibile prenotare le escursioni e richiedere informazioni presso i tre infopoint del Parco dell’Aspromonte attivi per la stagione estiva: presso il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, a Gambarie a piazza Mangeruca e a Bova (Porta del Parco – Infopoint Geopark).

“Grazie all’impegno e alla volontà del Parco – ha spiegato Luca Lombardi Presidente dell’Associazione delle Guide Ufficiali del PNA – per la stagione 2018 l’offerta delle escursioni è ampliata così da dando spazio ad altri luoghi e particolarità da visitare così da veicolare ulteriormente l’immagine di un Aspromonte senza frontiere e di una Calabria che riesce ad inglobare in un unicum emozioni legate alla cultura, alla storia, alla natura partendo dalla costa ed arrivando alle montagne”.

“Abbiamo voluto e potuto garantire continuità al progetto Parkbus – ha rimarcato poi il presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, Giuseppe Bombino – grazie anche alla sensibilità dimostrata nei confronti dell’iniziativa da Carmelo Malacrino, direttore del Museo, Questa idea nasce per coniugare gli aspetti più alti della nostra terra: la natura e la cultura. Due dimensioni sulle quali conviene investire per creare un unico attrattore che sia capace di generare una sintesi tra la montagna e la costa, ovvero i poli che identificano la fisionomia della geografia che contraddistingue il territorio. L’esperienza che anche quest’anno viene portata avanti – ha concluso Bombino – è, inoltre, testimonianza di un altro aspetto: cioè che attorno ai valori della conservazione e dell’elevazione delle caratteristiche del paesaggio, è possibile creare opportunità. Il programma delle escursioni che saranno effettuate con l’ausilio delle nostre meravigliose Guide, è molto nutrito e assicura un approccio circolare a queste nostre peculiarità, poichè vede camminare, insieme, ciò che ci ha regalato il mare, di cui massima espressione sono i Bronzi di Riace, e le tangibili emozioni che ci dona la montagna”.

Ufficio Stampa Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte

v. i.