Presidente

 

Presidente

nominato dal Ministro Andrea Orlando , con D.M. 198 del 21-05-2013 – dura in carica 5 anni ai sensi dell’art. 9, comma 12 della Legge 394/91

prof. Giuseppe Bombino

email: presidente@parcoaspromonte.gov.it
PEC: presidente@pec.parcoaspromonte.gov.it

Il coniuge è a carico pertanto non viene pubblicata la dichiarazione di cui all’art. 2 della Legge 5 luglio 1982 n. 441


Dallo Statuto dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte:

Articolo 8 – Organi del Parco

1. Sono organi dell’Ente Parco:
a) il Presidente;
b) il Consiglio Direttivo;
c) la Giunta Esecutiva;
d) il Collegio dei Revisori dei Conti;
e) la Comunità del Parco.
2. Gli organi dell’Ente Parco durano in carica cinque anni ed i loro membri possono essere confermati una sola volta.


Articolo 9 – Presidente

1. Il Presidente è nominato con decreto del Ministro dell’Ambiente d’intesa con il Presidente della Regione Calabria.
2. Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’Ente Parco, ne coordina l’attività, esplica le finzioni che gli sono delegate dal Consiglio Direttivo ed adotta i provvedimenti urgenti ed indifferibili, sottoponendoli alla ratifica del Consiglio Direttivo nella seduta successiva.
3. Il Presidente presiede il Consiglio Direttivo e la Giunta Esecutiva coordinandone l’attività ed emana gli atti a lui espressamente demandati dalle leggi, dai regolamenti e dal presente Statuto.
4. In qualità di legale rappresentante dell’Ente Parco il Presidente sta in giudizio nei procedimenti giurisdizionali di qualsiasi natura etipo (civili, amministrativi e penali) e promuove le azioni ed i provvedimenti più opportuni e necessari per la tutela degli interessi del Parco.
5. Il Presidente, qualora venga esercitata un’attività in difformità dal Piano per il Parco, dal regolamento o dal nulla – osta, dispone la sospensi one dell’attività medesima ed ordina in ogni caso la riduzione in pristino a spese del trasgressore con la responsabilità solidale del committente, del titolare dell’impresa e del direttore dei lavori in caso di costruzione o di trasformazione di opere.
6. In caso di non ottemperanza all’ordine di riduzione in pristino entro i termini stabiliti, il Presidente provvede all’esecuzione in danno degli obbligati secondo le procedure di cui ai commi 2,3 e 4 dell’articolo 27 delle legge 28 febbraio 1985, numero 47, in quanto compatibili, e recuperando le relative spese mediante ingiunzione emessa ai sensi del testo unico delle disposizioni di legge relative alla riscossione del le entrate patrimoniali dello Stato, approvato con R. D. 14 aprile 1910, numero 639.
7. Il Presidente impartisce al Direttore le direttive generali per l’azione amministrativa e la gestione. In particolare con cadenza annuale, a seguito dell’approvazione del bilancio di previsione e di conformi deliberazioni del Consiglio Direttivo o della Giunta Esecutiva:
a) definisce gli obiettivi ed i programmi da attuare;
b) assegna al Direttore, in tutto o in parte, le risorse finanziarie iscritte al bilancio dell’Ente, per il perseguimento degli obiettivi fissati.
8. Il Presidente verifica la rispondenza dei risultati della gestione amministrativa alle direttive generali impartite.
9. In relazione ad esigenze organizzative per garantire lo snellimento di procedure connesse al conseguimento degli obiettivi gestionali e delle finalità istitutive del Parco, il Presidente può delegare a singoli componenti della Giunta Esecutiva o del Consiglio Direttivo la cura di specifici settori di attività dell’Ente e può revocare la delega stessa.
10. I provvedimenti del Presidente sono immediatamente eseguibili.